Lettori fissi

martedì 16 gennaio 2018

"IL BAULE DELLE MERAVIGLIE" - CENTRINI E PROPOSITI PER L'ANNO NUOVO



************************************************************************************

Dal mio precedente blog "sabato 5 Gennaio 2013"

Non avete notato niente sotto la bambola del post precedente?
Vi dò un aiutino ... guardate bene su cosa è seduta.


Visto? E' seduta su un bel centrino fatto da una delle mie nonne.


Uffa, ma perchè io non sono capace di farli?  
Un pò sicuramente la colpa è mia che non mi impegno tanto con l'uncinetto, ho fatto qualche lavoretto, che ho pubblicato con soddisfazione sul blog, ma poi chissà perchè torno sempre al  mio amato "punto croce", anche se mi piacerebbe riuscire a creare delle meraviglie come queste.




Vabbè, tra i propositi per il nuovo anno inserirò:
- "non mollare", prendi in mano l'uncinetto e usalo!

A proposito di "propositi" per il nuovo anno, FIORE del blog http://fioriecrocette.blogspot.it/ mi ha chiesto di "sbirciare" le ricette della nonna che ho regalato a Natale ai parenti.
Siccome avevo deciso di "provarle" durante questo nuovo anno, sarà per me un piacere mostrarvele, così se ce n'è qualcuna che vi ispira potete realizzarla anche voi.
Ah, per alcune avrò bisogno di un Vostro aiuto nella traduzione degli ingredienti ... 
Non ho ancora iniziato a provarle perchè ci sono parecchi dolci e siamo ancora nel pieno delle feste, ma appena finiti tutti i panettoni e pandori mi metto all'opera.

sabato 13 gennaio 2018

MOUSSE AL CAFFE' - VUALA' SENZA GLUTINE

Un altro esperimento in cucina, questa volta una "mousse al caffè".


Con questi preparati fare qualcosa di nuovo e gustoso e sempre molto facile e veloce, inoltre il risultato oltre che bello


è anche buonissimo.


La consistenza della mousse era perfetta e il gusto del caffè non era troppo carico.
Ve la consiglio.

mercoledì 10 gennaio 2018

UN VASO DI ROSE (il mio UFO) - 024

I giorni di festa quest'anno si sono susseguiti uno all'altro molto velocemente, purtoppo però il tempo per ricamare non è stato molto, anche perchè mi sono presa l'influenza che mi ha messo ko proprio nel periodo tra il 23 Dicembre e il 1 Gennaio.


Comunque come potete vedere dalla fotografia, nonostante tutto qualche punto sono riuscita a metterlo, così ho terminato il piccolo bocciolo del mio vaso di fiori.

domenica 7 gennaio 2018

ULTIMO A USCIRE - storia di un pompiere di New York

11 Settembre 2001, una giornata di sole, una splendida giornata di sole come se ne vedono poche a New York.
Una giornata di sole che nel giro di un attimo diventa un vero e proprio "inferno".
Un "inferno" per tutti quelli che erano all'interno delle torri gemelle, un inferno per tutti quelli che erano in quel momento per strada vicino alle torri, un inferno per chi come noi ha vissuto quelle ore davanti alla televisione, un inferno per tutti coloro che per lavoro sono entrati nelle torri per cercare di salvare il maggior numero possibile di persone.


Questa è la storia di Richard Picciotto, uno degli eroi, di quel giorno.
Un pompiere di New York, che quel giorno si è offerto volontario per andare nella torre nord a "dare una mano".
Un pompiere che ha messo in piedi una squadra con la quale è entrato nella torre a compiere il suo dovere.
Un pompiere che quando era nella torre nord ha sentito crollare quella sud e ha dato il via all'evacuazione di quella rimasta ancora in piedi.
Un pompiere che quel giorno ha visto scene commoventi.
Un pompiere che insieme ad altri è rimasto bloccato sotto il crollo della torre.
Un pompiere che si è salvato ed è riuscito con questo libro a raccontarci cosa vuol dire essere un pompiere e lavorare per salvare il prossimo.


giovedì 4 gennaio 2018

ALFRED HITCHCOCK - LA CONGIURA DEGLI INNOCENTI

Ragazzi, il film più strambo e allo stesso tempo divertente che abbia mia visto, un vero spasso.


Un piccolo borgo, dove una mattina un bambino trova un uomo morto; un uomo morto che viene tenuto però nascosto.


Perchè????
Semplice, perchè ben in tre credono di averlo ucciso:

  • l'anziano capitano Wiles che crede di averlo colpito per errore con uno sparo del suo fucile mentre era a caccia
  • la moglie di Harry (il morto), nonchè la madre del bambino che lo ha trovato, che crede sia morto dopo che lo ha colpito con una bottiglia
  • la signorina Gravely, una zitella di mezza età che crede di averlo ucciso colpendolo col tacco delle sue scarpe


Nessuno dei personaggi in questione vuole che il corpo venga ritrovato e così lo sotterrano e lo disepelliscono ... un pò di volte, finchè alla fine non lo nascondono in una vasca da bagno.


Ma insomma alla fine chi è stato ad uccidere questo poveretto che nessuno vuole venga trovato?
Beh, non posso certo rovinarvi il finale di questo film bellissimo.
Guardare per credere!!!! 😂😂😂😂😂


lunedì 1 gennaio 2018

giovedì 28 dicembre 2017

DONNE NELLA STORIA - ELENA LUCREZIA CORNARO



Elena Lucrezia Cornaro Piscopia (Venezia, 5 giugno 1646 – Padova, 26 luglio 1684), fu una filosofa italiana, e viene ricordata come la prima donna laureata al mondo.

(immagine presa dal web)

Elena fu la quinta di sette figli. Il padre Giovan Battista Cornaro, appartenente a una delle più importanti famiglie veneziane, ebbe con Zanetta, donna di umilissime origini, una lunga relazione durante la quale nacquero tutti i loro figli: essi furono sempre legittimati alla nascita, ma la coppia si sposò soltanto nel 1654.

La famiglia di Giovan Battista Cornaro era da secoli esclusa dalle maggiori magistrature della Repubblica, ma le restava il prestigio del nome, del patrimonio e della cultura.


Probabilmente Giovan Battista, quando si accorse delle qualità della figlia, ne favorì in tutti i modi la crescita culturale e il successo pubblico: era infatti del tutto straordinario che una donna emergesse nel campo degli studi e un tale esempio di eccezione avrebbe ancor più contribuito a dare lustro al nome della famiglia.

Elena pur avendo una inclinazione per un'esistenza appartata, consapevole del compiacimento del padre, che volle assicurarle la migliore delle istruzioni, entrò nelle benedettine (scelta che appare un compromesso con la sua vocazione religiosa) in questo modo, pur osservando la regola dell'Ordine, poteva evitare la reclusione monastica e frequentare quel mondo secolare nel quale poteva trovare la libertà e i mezzi di continuare i propri studi.

Ormai nota tra gli studiosi italiani per la sua erudizione, la Cornaro fu accolta nel 1669 nell'Accademia dei Ricoverati di Padova, e successivamente nell'Accademia degli Infecondi di Roma, nell'Accademia degli Intronati di Siena, negli Erranti di Brescia, e in quelle dei Dodonei e dei Pacifici di Venezia.

La sua fama si estese anche all'estero:
- il cardinale Federico d'Assia-Darmstadt la consultò nel 1670 su problemi di geometria solida
- da Ginevra Louise de Frotté, nipote del celebre medico Théodore de Mayerne, invitò nel 1675 Gregorio      Leti a inserire la Cornaro nella sua raccolta di biografie di personaggi celebri
- nel 1677 il cardinale Emanuele de Bouillon la fece esaminare dai due eruditi Charles Cato de Court e    
   Ludovic Espinay de Saint-Luc, che ne rimasero ammirati

Dopo che Elena ebbe tenuto a Venezia una pubblica disputa di filosofia in lingua greca e latina, il padre Giovan Battista chiese che lo Studio di Padova assegnasse alla figlia la laurea in teologia, alla quale si oppose il vescovo di Padova, il cardinale Gregorio Barbarigo, la cui autorizzazione, in qualità di cancelliere dell'Università, era vincolante.
Egli sostenne che fosse «uno sproposito dottorar una donna» e che sarebbe stato un «renderci ridicoli a tutto il mondo».

Da tutto ciò ovviamente nacque un conflitto tra il cardinale e il padre di Elena che si concluse con il compromesso di farla laureare in filosofia.

Il 25 giugno 1678 la Cornaro sostenne la sua dissertazione e fu accolta nel Collegio dei medici e dei filosofi dello Studio padovano, benché non potesse comunque, in quanto donna, esercitare l'insegnamento.

Stabilitasi a Padova vi morì a soli trentotto anni, il 26 luglio 1684, e fu sepolta nella chiesa di Santa Giustina.


Fonte Wikipedia.
Per maggiori informazioni:
http://it.wikipedia.org/wiki/Elena_Lucrezia_Cornaro