Lettori fissi

martedì 12 dicembre 2017

PIZZA SCAMORZA, PEPERONI, SPECK - S.MARTINO SENZA GLUTINE

Un giro al supermercato, con le idee poco chiare su cosa comperare e poi mi balza all'occhio questo preparato per pizza istantanea senza glutine.


Ho deciso di provarlo, la pizza mi piace e l'idea di poterla preparare velocemente in casa anche senza glutine, ora che non posso più mangiarlo, mi ha attirata.

Arrivo a casa e quando è il momento di fare la pizza scopro che .... non avevo preso la mozzarella ...


così mi sono "inventata" questa farcitura con: scamorza , peperoni e speck.



Il bello della pizza è che è molto versatile, quindi uno può metterci quello che ha a disposizione in quel momento.

Farcita, messa in forno ...



... e finalmente mangiata!!!!


Devo dire che era decisamente buona 😋.

sabato 9 dicembre 2017

DONNE NELLA STORIA - CONTESSA DU BARRY


Ve la ricordate la Contessa Du Barry del cartone Lady Oscar?

(immagine presa dal web)

La "perfida" contessa che nel cartone ce la aveva a morte la regina Maria Antonietta?

(immagine presa dal web)

Bene, allora sappiate che è un personaggio storico realmente esistito e che così come nel cartone anche nella realtà è stata l'amante del re Luigi XV.

(immagine presa dal web)

Figlia di una donna povera e di padre ignoto nacque in Lorena, venne educata in un convento e all'età di quindici anni si trasferì a Parigi.
La sua bellezza venne notata dal nobile Jean du Barry (1763), di cui divenne l'amante.
L'aristocratico l'aiutò a inserirsi negli ambienti dell'alta società parigina e lei per "ringraziarlo" (se così possiamo dire) sposò poi il fratello, il conte Guillaume du Barry.

In seguito fu notata da re Luigi XV e, dopo un annullamento d'ufficio del matrimonio, fu presentata a corte il 2 aprile del 1769, all'età di 25 anni.

È rimasta famosa l'avversione dell'allora Delfina Maria Antonietta nei suoi confronti. Le persone di rango inferiore non potevano rivolgere la parola per prime agli appartenenti a un rango superiore: forte di questa prerogativa, Maria Antonietta non rivolse mai la parola alla Du Barry. Le due donne si parlarono per la prima e unica volta su espresso ordine del re il 1º gennaio 1772 a Versailles, in occasione dei tradizionali scambi di auguri per il nuovo anno.

Alla morte di Luigi XV nel 1774, la contessa fu costretta ad abbandonare Versailles. Era infatti usanza dettata dall'etichetta che il sovrano, in punto di morte, per poter ricevere la confessione e la purificazione dell'anima, si congedasse dalle amanti, le quali erano costrette ad abbandonare la corte.

Fu arrestata e ghigliottinata dai rivoluzionari l'8 dicembre 1793 in Place de la Révolution, l'odierna Place de la Concorde, con l'accusa di aver cospirato contro la Repubblica.


Fonte Wikipedia.
Per maggiori informazioni:

mercoledì 6 dicembre 2017

"IL BAULE DELLE MERAVIGLIE" - RICORDI DEI NATALI PASSATI



************************************************************************************

Dal mio precedente blog "domenica 11 novembre 2012"

Buon week-end a tutte voi, come ve la passate? Io sono a casa col raffreddore da venerdì pomeriggio, infatti oggi stò già molto meglio e finalmente il mio cervello ha deciso di riprendere a funzionare a pieno ritmo.
Non sò voi ma io quando ho il raffreddore non capisco più niente e per fortuna non avevo la febbre.

Comunque bando alle ciance, stamattina stavo pensando al Natale che si avviccina e al mio progetto che finalmente inizia a prendere forma e mi sono venuti in menti due regali che mi aveva fatto mia nonna per Natale quando ero più giovane (tra i 12 e i 15 anni) e che ovviamente sono conservati gelosamente.
Tanto gelosamente che il primo l'ho trovato subito, il secondo invece ho dovuto cercarlo in lungo e largo per casa fino a che poi non lo ha trovato mia mamma nella cassapanca.
Cavoli la cassapanca, non ci avevo prprio pensato! Ragazze non potete immaginare quante meraviglie vi siano conservate ... un giorno ve ne parlerò.

Passiamo ora a questi due ricordi.

Una stoffa a pois.


Una piccola lavorazione all'uncinetto.



Ed ecco qui una bella camicia da notte.


E poi c'è lui il mio preferito, ovviamente quello che non trovavo ...

Una stoffa a righe.  


la stessa lavorazione all'uncinetto



Un'altra camicia da notte penserete voi ... e invece no, questo è un pigiama infatti ci sono anche i calzoni:


ovviamente rifiniti all'uncinetto


Io lo trovo splendido e dal gusto mooooooolto retrò.


sabato 2 dicembre 2017

STAGIONI DIVERSE

Un libro, un solo libro che in realtà ne racchiudeva quattro, uno più bello dell'altro.


Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank (da cui è stato tratto il film LE ALI DELLA LIBERTA')

Uno dei miei film preferiti è LE ALI DELLA LIBERTA', film visto praticamente per caso e di cui mi sono innamorata. Film che ho scoperto solo da poco essere tratto da questa storia di Stephen King.

La storia di un uomo, che viene condannato per avere ucciso la moglie e il suo amante.
Un uomo che si dichiara innocente e che anche in prigione continua a comportasi come un innocente.
Un uomo che grazie alla sua voglia di libertà non smetterà mai di lottare e troverà il modo per "tornare a volare".

Un ragazzo sveglio (da cui è stato tratto il film L'ALLIEVO)

La storia di un tredicenne, un tredicenne molto sveglio che suo malgrado finirà in un mare di guai, senza rendersene conto.
La sua passione, strana passione, per la seconda guerra mondiale e i campi di concentramento lo metterà in contatto con un ex nazista, che si nasconde da tutto e da tutti.
Un ex nazista di cui con il tempo diventerà il carnefice ... oppure no?

Il corpo (da cui è stato tratto il film STAND BY ME)

La fine dell'estate.
La storia di 4 ragazzi che decidono di trovare il corpo di un loro coetaneo scomparso.
4 ragazzi che non sanno che sarà quella esperienza alla fine a segnarli per sempre e a far sì che le loro strade si dividano.

Il metodo di respirazione

Un uomo di mezza età, è la voce narrante di questa storia.
Una storia alquanto strana direi.
La storia di un club; un club di soli uomini; soli uomini che si ritrovano lì per raccontarsi delle storie.
Ed è proprio una di queste storie quella che ci verrà raccontata nel libro.
La storia di una donna "forte", che ha deciso di combattere contro tutto e tutti per portare a termine la sua gravidanza; la storia di una donna che purtroppo non vedrà mai il suo bambino.


STAGIONI DIVERSE, direi che il titolo è proprio azzeccato.
In fin dei conti in questo libro incontriamo dei personaggi di diverse età, ognuna delle quali rappresenta una stagione delle "vita".

domenica 26 novembre 2017

NEI TONI DEL ROSA - 5 (terminata la prima mattonella)

Un'altra settimana è terminata.
Una settimana purtroppo lontana dal blog a causa di impegni vari, sia lavorativi che non; ma i progetti fortunatamente non si fermano.

Oggi vi mostro finalmente conclusa la prima mattonella della tovaglia che stò ricamando.
A me piace tantissimo, il disegno mi ricorda molto quello delle piastrelle di ceramica siciliane; speriamo che anche gli altri disegni abbiano questo effetto.


Ed ecco quì anche il retro.


Buona domenica a tutti.

domenica 19 novembre 2017

LAVORI CON LA CARTA

Buona domenica a tutti.

Nel post di oggi volevo farvi vedere questo splendido angioletto fatto con la carta che ho acquistato qualche settimana fà sulla bancarella di una hobbista (come noi).


Non è meraviglioso?
La cosa che mi ha colpita subito è stato il volto; è così tenero.


Parlando con l'artefice di questa meraviglia ho scoperto che anche la faccia dell'angelo è fatta a mano e i capelli altro non sono che dei fili di lana arricciati.


Questo decoro per l'albero invece me lo ha regalato, perchè le ho fatto un sacco di complimenti 😊


Bellissimo anche questo e dalla lavorazione molto particolare.


Praticamente sono tanti fiori uno vicino all'atro a formare una palla.


Che meraviglia questi lavori con la carta, mi piacerebbe essere così brava.

mercoledì 15 novembre 2017

DONNE NELLA STORIA - MARGARET ABBOT


(immagine presa dal web)

Margaret Abbot, "campionessa olimpica a sua insaputa".

Eh, già può succedere anche questo, Margaret Abbott (Calcutta, 15 giugno 1878 – Greenwich, 10 giugno 1955) è stata una golfista statunitense.
Fu la prima campionessa olimpica statunitense, ma morì senza saperlo; perchè vi chiederete voi?

Semplice nel 1900 partecipò ad un torneo di golf femminile a nove buche insieme alla madre.
Margaret chiuse con 47 colpi, prima su 10 partecipanti, mentre la madre fece 65.
Nessuna delle due sapeva che quel torneo era parte del programma olimpico.

Quell'edizione delle OLIMPIADI viene infatti ricordata per la pessima organizzazione delle competizioni, trasformate in una delle tante attività collaterali dell'Esposizione Universale in corso a Parigi quell'anno.
Il programma delle gare era molto confuso riguardo a quali delle molte gare sportive disputate facessero parte delle Olimpiadi.

Solo di recente le ricerche storiche hanno permesso di ricostruire i programmi e i risultati delle prime Olimpiadi, ed assegnarle il titolo postumo.

Ecco spiegato perchè morì nel 1955, senza scoprire mai di aver vinto un titolo olimpico.


Fonte Wikipedia.
Per maggiori informazioni:

http://it.wikipedia.org/wiki/Margaret_Abbott